Intervista di Nino Amato

[vc_row full_width=”stretch_row” el_class=”whiteback”][vc_column el_class=”whiteback”][vc_single_image image=”2741″ img_size=”full” add_caption=”yes”][vc_column_text css=”.vc_custom_1574328875458{padding-right: 24px !important;padding-left: 24px !important;}”]

Intervista a Jessica Assenzio, make up artist in Torneremo Ancora, l’ultimo videoclip di Battiato, girato dal regista siciliano Giuseppe La Spada.

Siamo qui in un’intervista con Jessica Assenzio, corsista uscente dal percorso Make Up Artist di Accademia del Benessere di FI.MA. Formazione.

 

N: Buonasera Jessica, grazie per averci concesso il piacere di ascoltare la tua storia.
Per prima cosa vogliamo sapere com’è stato vivere l’esperienza di un set cinematografico così importante per la musica italiana?

J: È stata un’emozione lavorare con un regista così, con un’artista come Giuseppe La Spada, che tra l’altro è siciliano.
È stata un’emozione perché, per quanto spettatrice, ho vissuto la scena.
Anche durante il mio lavoro, anche mentre truccavo e le riprese andavano avanti mi sentivo parte di qualcosa di davvero importante.
È stato emozionante lavorare in posti tanto suggestivi, come ad esempio l’Argimusco che è un luogo mistico, si può dire.  Anche se le condizioni meteo a volte non sono state dalla nostra parte. Anzi forse è stato proprio quello il bello, cioè vivere a pieno un posto che è totalmente naturale.
Mi ricordo di un giorno che durante le riprese tutto fu avvolto dalla nebbia. È stato bellissimo.
Tutto bellissimo, dalla preparazione delle comparse. Giuseppe, il regista, studiava tutto nei minimi particolari. Anche i collaboratori, tutti bravissimi e fantastici.
Riguardo il mio lavoro: è stata una continua emozione.
Vivere l’ansia della mattina prima di arrivare o il primo giorno di ritorno a casa, il risveglio del giorno dopo sapendo che tutto questo era vero, da non crederci.
Per me  è stato un grande onore.

Il regista, Giuseppe, è una persona che mette tutti completamente a proprio agio, dalle comparse, agli attori,  ai ballerini.
Ti dà fiducia. Ho avuto carta bianca. Non ha chiesto niente di specifico, se non di rispettare alcuni standard di coerenza con il messaggio veicolato dalla canzone e dal video. Mantenersi quindi sul naturale, un trucco lineare ed essenziale, niente di troppo artefatto.
Giuseppe, si vedeva che sapeva cosa fare ma anche che improvvisava. Te ne accorgevi che improvvisava perché lo vedevi girare lo sguardo e restare folgorato da un’immagine, scattare una foto con gli occhi e in quel momento capire cosa andare a riprendere, quali immagini andare a creare.
Vederlo lavorare così mi ha fatto proiettare in trentamila viaggi mentali.
Poi ho visto il video finito e ho avuto conferma dell’effettivo valore del meraviglioso lavoro a cui avevo assistito e per cui ho fatto la mia parte.

 


N: Parlando della canzone. Avevi mai ascoltato Battiato prima di questa esperienza?
J: Si, assolutamente. Stimo infinitamente il maestro Battiato… si sente qualcosa nelle sue canzoni che non si sente spesso: l’anima… e la sua è potentissima.

 

N: Com’è nata la tua passione per il make up?
J: Stranamente devo dire che è nata durante l’esperienza che ho fatto presso una parrucchiera.
Mi sentivo soddisfatta quando le persone uscivano dal negozio sentendosi più belle, più a loro agio con sé stesse. Però ho capito che non era esattamente quello il mio ramo, soprattutto perché sin da ragazzina ero sempre stata più brava con il make-up.
Perché alla fine il trucco è questo, dentro ti fa rimanere per quello che sei ma con un pizzico di autostima in più. E questo è il contributo che amo dare al mondo.

N:Hai subito tentato la carriera di make up artist?
J:No, assolutamente. Mi sono diplomata al turistico. Ho fatto esperienza come hostess di teatro. Ho lavorato nel settore turistico come receptionist per tantissimo tempo. Ho fatto di tutto. Ho lavorato per un po’ in una gioielleria. Come parrucchiera poco prima del corso. Ho fatto anche volantinaggio, esperienza come banconista. Il make up non era nei miei piani, o evidentemente forse si, anche se non lo sapevo ancora.

 

 N:Ricordi chi è stata la prima persona che hai truccato?
J:Ricordo di una volta, intorno ai sedici anni ho partecipato a diverse sfilate amatoriali. Finivo sempre per truccare tutte le ragazze dietro le quinte e per ultima mi truccavo io. Loro sono state le prime.

N:Cosa ti aspettavi dalla tua formazione da make up artist con Accademia del Benessere?
J:Innanzitutto non mi sarei mai aspettata di trovarmi in un contesto del genere.
Accademia del Benessere sin dall’inizio mi ha infuso in senso di serietà e di formazione di qualità.
E ha pienamente soddisfatto le aspettative.
Sono venuta a conoscenza dell’Accademia per caso. Un giorno stavo prendendo un caffè in un bar vicino e nonostante fosse aperta da un po’..proprio nei giorni in cui avevo pensato di frequentare un buon corso di Make Up mi è apparsa davanti l’accademia. Ne sono rimasta folgorata.

 

N: Per quale tipologia di trucco ti senti più portata?
J: Ricordo una frase molto significativa della maestra, Elisa Calcagni, che un giorno ci disse
“Ognuna di voi durante il corso si renderà conto per cosa davvero si sente portata. C’è chi preferisce il trucco sposa, chi il trucco moda. Chi i trucchi naturali e chi ama invece  i trucchi estrosi…”
Mi sento molto attratta dai make up circensi, dei ballerini latinoamericani, o anche delle drag queen… ed è questo che vorrei imparare a fare a livello artistico.Per quanto riguarda il lavoro quotidiano provo sempre tanta emozione nel truccare, ad esempio, una ragazza per il suo compleanno, o una sposa, proprio per la sensazione che mi dà vederle specchiarsi e piacersi. Non rinuncerei mai a truccare per le cerimonie. Vorrei riuscire a fare l’uno e l’altro.

N: Secondo te quanto è importante la determinazione nella realizzazione di un sogno?
J: Fondamentale. L’ho visto e lo sto ancora vedendo. Ho avuto anche attimi di sconforto, è una strada in salita perché devi pubblicizzarti da sola, devi credere in te stessa. Soprattutto perché è un campo nuovo per me e anche se sei portata ci sono sempre nuove cose da scoprire.
Essendo un settore artistico ci sta molto l’improvvisazione ma è anche un’arte molto tecnica.
A volte capita che una cosa non riesce e ti viene da buttarti giù.
Finché sei in accademia anche se sbagli, se hai la fortuna di avere una master fantastica che ti segue (come quella che ho avuto io a che sempre ringrazio: Elisa Calcagni) ti aiuta a correggerti e a far meglio.
Poi quando sei fuori ti devi dare da fare da sola ed è lì che ti metti in gioco. Gli attimi di sconforto capitano sempre e ti devi fare una clientela… e lì ti devi tirare su le maniche e ce la devi fare.

N: Cosa pensi del testo e del video della canzone Torneremo ancora?
J: Oltre al video che è bellissimo e rappresenta perfettamente il senso della canzone, il fatto di essere stata dietro le quinte, sapere cosa c’è dietro, in genere un po’ ti anestetizza.
Invece ancora oggi guardo e riguardo il video… e ancora mi emoziono.
Sapere che è un testo molto importante per Battiato,  e che probabilmente sarà uno dei suoi ultimi inediti che avremo il piacere di ascoltare, che il video è girato in Sicilia da un’artista siciliano e ascoltare le parole dedicate a un tema tanto sentito e profondo mi fa rendere conto che le cose belle e significative hanno bisogno più di un ascolto per essere davvero comprese.

N:Chi è stato a credere di più nel tuo sogno di Make Up Artist? Chi ti ha dato la forza?
J:In realtà io e ho poi convinto con la pratica le persone attorno…
Quando hai 28 anni non tutti credono ci si possa dare una seconda possibilità, una svolta…
Penso di aver dimostrato nel mio piccolo che tutto è possibile, che non è mai tardi per sognare il cambiamento.

 

 

N: Come sei riuscita a ottenere questo prestigioso ingaggio?
J: È accaduto quasi per caso, in maniera del tutto naturale. Tutto è nato tramite una mia amica che ha collaborato anche lei al video. Sapendo che il regista cercava una make up artist ci ha presentati e da lì si è subito instaurato un rapporto di reciproca fiducia. Pur essendo alle mie prime esperienze ho avuto un grande margine di improvvisazione dal punto di vista della scelta artistica legata al make up e sono davvero tanto soddisfatta che il mio lavoro sia stato apprezzato.

N: Cosa consiglieresti a una giovane ragazza che oggi vuole realizzare il suo sogno di entrare nel mondo del Beauty?
J: Di iniziare, di lanciarsi e crederci poi il resto verrà da sé. A qualsiasi età. L’età in cui si inizia è quella giusta, non tutti i percorsi e non tutte le vie arrivano nello stesso momento per tutti, arrivano quando devono arrivare e si è pronti. Avrei voluto me lo dicessero quando mi sentivo “già vecchia” per rimettermi in gioco da capo.

N: Secondo te frequentare il corso make up di Accademia del Benessere è sufficiente per diventare make up artist o serve altro?
J: È sicuramente un buon punto di partenza, una buona formazione, sia per chi non ha l’abitudine di truccarsi ma anche per chi ha già la passione. Sicuramente essere portati aiuta ma è importantissimo conoscere le tecniche e maturare esperienza, altrimenti, anche se ami fare qualcosa, non potrai mai dirti una professionista. Ed è quello che spero di diventare.

Grazie di cuore a Jessica Assenzio per averci concesso il piacere di conoscere la sua esperienza di vita.
Per seguire i suoi lavori cercate i suoi canali Facebook e Instagram.[/vc_column_text][vc_video link=”https://youtu.be/fEICC4MIeAY?list=TLPQMjAxMTIwMTlyHPfzAvqD-Q”][vc_column_text]Guarda il video su Youtube[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css=”.vc_custom_1573832730693{margin-top: 32px !important;}”][vc_column][vc_separator][vc_column_text]

Scopri i nostri corsi 

[/vc_column_text][vc_basic_grid post_type=”post” max_items=”6″ element_width=”3″ gap=”20″ order=”ASC” item=”656″ grid_id=”vc_gid:1574329191774-c21a0c3e-c035-10″ taxonomies=”13, 12, 44, 46″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/4″][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_separator][vc_column_text]

Vuoi essere aggiornato su tutte le novità?
Iscriviti
 per ottenere tutte le informazioni

 

[yikes-mailchimp form=”5″][/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/4″][/vc_column][/vc_row]

Scegli chi essere
con I CORSI ABF

CORSI Brevi per professionisti

WORKSHOP

CORSI Operatore del Benessere

ESTETICA

ESTETICA

CORSO BIENNALE

Obiettivo: Qualifica 3EQF

A chi è rivolto:

A chi ancora non ha la qualifica e vuole imparare l’arte dei trattamenti estetici a 360 gradi

ESTETICA

Terzo Anno

Obiettivo: Abilitazione 4EQF

A chi è rivolto:

A chi ha già la qualifica o una comprovata esperienza e vuole aprire una propria attività

CORSI Operatore del Benessere

ACCONCIATURA

ACCONCIATURA

Corso Biennale

Obiettivo: Qualifica 3EQF

A chi è rivolto:

A chi ancora non ha la qualifica e vuole imparare l’arte dell’acconciatura per donna e per uomo

ACCONCIATURA

TERZO ANNO

Obiettivo: Abilitazione 4EQF

A chi è rivolto:

A chi ha già la qualifica o una comprovata esperienza e vuole aprire una propria attività

CORSI ACCADEMICI

Corsi brevi professionali

Obiettivo: Formazione professionale

A chi è rivolto:
A chi ha una grande passione per il Makeup e vuole impegnarsi per trasformarla in un lavoro immediato.

Obiettivo: Formazione professionale

A chi è rivolto:
A chi vuole partire dalle basi dell’onicotecnica e vuole specializzarsi in nail-art in linea con gli ultimi trend

Hai poco tempo

per imparare, esplorare e trasformare la tua carriera?

Partecipa ai nostri workshop esclusivi e porta le tue passioni al livello successivo!

vuoi di saperne di più?